In particolare, saremo chiamati ad esprimere il nostro voto per approvare o respingere il testo di legge “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del… I l 20 e 21 settembre il referendum costituzionale per tagliare il numero di parlamentari. Intervento dell'avv. Semmai sarebbe stato più giusto cambiare il nostro Senato che continua a fare lo stesso mestiere della Camera, ma quello è un altro tema. Lògos e Ius, incontro fondativo Comitato per il NO, Palazzo delle Aquile. 391. Intanto correggiamo: in realtà si tratta di costi della democrazia, perché in questo caso stiamo parlando di rappresentanza, non di funzionamento della segreteria di partito, del costo delle affissioni pubblicitarie o dell’auto blu del segretario. Purtroppo nei suoi 3 assaggi parlamentari la legge costituzionale che prevede la riduzione del numero dei parlamentari non ha ottenuto la maggioranza necessaria per blindarne il testo e proprio per questo, ora, la decisione è rimessa al popolo. Maeci. Google Analytics, Google YouTube, Facebook. 29 Febbraio 2020. di: Vincenzo Musacchio. Referendum, elezioni regionali, comunali e suppletive al Senato del 20 e 21 settembre 2020 Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020 Elezioni regionali Sicilia 2017 Maeci. Referendum Costituzionale. Chissà…. Mediamente i parlamentari percepiscono di netto circa 13/ 13.500 euro ( qualcosa di più i senatori rispetto ai deputati), tra indennità e rimborsi vari. Referendum Costituzionale 29 marzo 2020 . Bene: se valutiamo troppo cara la spesa del Parlamento perché non proviamo a spuntare un po’ l’indennità dei suoi inquilini? Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. E quando si parla di costi della democrazia, bisogna stare molto attenti, perché se il criterio è quello del risparmio, si arriva così lontano che si rischia di perderla di vista, la democrazia: in fondo si risparmia molto di più se a decidere è un sinedrio di dieci, o meglio ancora uno solo. Se togliessimo agli onorevoli 5 mila euro al mese alleggerendo lo stipendio si risparmierebbero 283 milioni a legislatura tanto quanto prevede il taglio . 1 si scrive che l’Italia è una “Repubblica democratica”, si dichiara una scelta e si evidenzia un valore: la democrazia. Può bastare, per il momento. Referendum 29 MARZO 2020: Iscritti AIRE e opzione di voto in Italia COMUNICAZIONE L’Ufficio centrale per il referendum della Corte di Cassazione, con ordinanza depositata in data 23 gennaio 2020, ha dichiarato che la richiesta di referendum sul testo di legge I giornalisti di Trieste si uniscono alla protesta, Centro Pio La Torre: “Chiediamo giusta ripartizione risorse Recovery Fund al Sud”, Cristina Mariano: “Racconto la mia disabilità per non far tacere gli altri”, Prigionieri in libertà. Rinvio referendum. Il Referendum Costituzionale di marzo 2020 è stato rinviato a data da destinarsi con delibera del Consiglio dei Ministri in data 05 marzo 2020. 2020-03-06. La seconda: con questa riforma la rappresentanza politica sarà concentrata nelle aree più popolose del Paese, a scapito di quelle con meno abitanti ma territorialmente più vaste, ed inoltre non tutela in modo adeguato le minoranze linguistiche. Lo smantellamento di tutti questi diritti è possibile solo se prima di tutto si smobilita la società, e cioè si indeboliscono i partiti, e i cittadini sono ridotti a spettatori davanti alle televisioni a guardare gli scontri fra i politici, che naturalmente si scontrano su questioni secondarie. Siccome, allora, il lavoro ingrato qualcuno deve farlo, in sintesi richiamerò le ragioni per cui voterò no a questa riforma che considero un prodotto frettoloso e, in una certa misura, addirittura preterintenzionale. Per tale referendum le operazioni di voto si svolgeranno domenica 29 marzo 2020, dalle ore 07:00 alle ore 23:00, ai sensi dell’art.1, comma 399, primo periodo, della legge 27 dicembre 2013, n.147 (legge di stabilità 2014) e le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti. By Decree of the President of the Republic, on January 28, 2020 and published on January 29, 2020, in the Official Journal of Legislation and Decrees, no. In chiusura il ricordo di un referendum costituzionale che chiamò nel 2013 gli irlandesi al voto sull’abolizione del Senato proposta dal Governo. Oggi, che è di moda il proporzionale, andrebbe regalato almeno un bonus fiscale a quel 15% di italiani che possono dimostrare di aver votato contro quel referendum, che ci ha regalato gli anni ruggenti di Berlusconi, la fine della forma- partito, la meraviglia delle liste bloccate e dell’espulsione degli elettori dalla scelta dei candidati. Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia. A constitutional referendum about the reduction of the size of the Italian Parliament was held in Italy on 20 and 21 September 2020. Tutti i diritti sono riservati Per questo, bisogna conoscere la Costituzione, approfondirne le norme specifiche ed i principi, estrarre consapevolmente i valori che essa emana e farli vivere nelle istituzioni, nella politica, nella società, ed anche nei comportamenti quotidiani, convincendosi che anche nei momenti difficili sta nella Costituzione e nei suoi valori, l’unica e vera prospettiva di rinnovamento e di riscatto. Si tracciò così una visione della persona non più statica ma dinamica, poiché titolare di diritti e di doveri, diretta allo sviluppo, non solo economico ma sociale e culturale. “The referendum process which acts as guardrails for the people to halt their government from enacting laws that are harmful, overzealous, and out … Referendum taglio dei parlamentari pro e contro. Il prossimo 29 marzo le elettrici e gli elettori saranno chiamati a votare per il referendum confermativo sulla legge che riduce a duecento il numero dei Senatori e a quattrocento quello dei deputati. Smentendo i sondaggi che davano la stragrande maggioranza a favore, votarono contro l’invito del Governo. In fondo, mi guidano le stesse motivazioni che mi spinsero a votare NO al referendum del 4 dicembre del 2016. Originariamente previsto per il 29 marzo 2020, il referendum è stato rinviato al 20 e 21 settembre a seguito della pandemia di COVID-19 in Italia. (ITALPRESS). ISSN 2499-6009, Dopo mesi di incertezze adesso tutti invocano gli “Stati Generali” per ridare identità (e una leadership) a un Movimento smarrito, Sulla carta quasi tutti i partiti sono per il Sì, ma a ben guardare le posizioni dei partiti sul taglio dei parlamentari hanno mille sfumature. Ma è poi vero che i parlamentari italiani sono così in esubero rispetto al resto del mondo? Embassy ; Contatti Uffici ; Referendum costituzionale 29 marzo 2020 . Referendum Costituzionale del 29 Marzo 2020; Referendum Costituzionale del 29 Marzo 2020. Si terrà domenica 29 marzo 2020 il referendum Costituzionale (il quarto referendum costituzionale della storia della Repubblica italiana) sulla riduzione del numero dei parlamentari. La democrazia esprime partecipazione e legame stretto tra elettore ed eletto. Tre ragioni fondamentali per le quali voto convintamente no al referendum del 29 marzo. Per tutti questi motivi all’interno della cabina elettorale occorre meditare e riflettere profondamente sul nostro prossimo futuro prima di votare per il SI o per il NO. Referendum Costituzionale - 29 Marzo 2020 . In particolare, saremo chiamati ad esprimere il nostro voto per approvare o respingere il testo di legge “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del… CON DECISIONE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, IL REFERENDUM PREVISTO PER IL 29 MARZO 2020 È STATO RINVIATO A DATA DA DESTINARSI A CAUSA DELL’EMERGENZA LEGATA ALLA DIFFUSIONE DEL “CORONAVIRUS”. Si richiama l’attenzione al dispositivo di cui all’art. Referendum 29 marzo 2020 su taglio parlamentari: come si vota Allegati. Copyright 2019 © Il Dubbio Ho appena aderito al “Coordinamento per la democrazia costituzionale per il NO del referendum sulle modifiche alla Costituzione sulla riduzione del numero dei Parlamentari” presieduto dal Prof. Massimo Villone, ordinario di diritto costituzionale presso l’Università di Napoli. Su iniziativa di Enzo Palumbo e Pippo Rao, si è riunito il gruppo promotore del Comitato Civico Messinese per il NO al Referendum popolare confermativo della legge costituzionale, recante: “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero del parlamentari”. SI AVVISANO TUTTI GLI ELETTORI CHE IL REFERENDUM CONSULTIVO SUL TAGLIO DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI ORIGINARIAMENTE PREVISTO PER IL 29 MARZO 2020 È STATO RINVIATO AD UNA NUOVA DATA ANCORA DA STABILIRSI . 17 luglio 2020 con il quale è stato nuovamente indetto, per i giorni di … 2020-01-30 . Ecco le posizioni dei partiti sul referendum, Zinga, Salvini e Di Maio: tre leader in bilico in attesa del verdetto delle urne…, Referendum, alle 19 ha votato quasi il 30 cento degli elettori, Primo giorno di voto concluso: affluenza quasi al 40 per cento. Stabilito, dunque, che il nostro non è il parlamento- monster che si intende rappresentare, almeno nella numerosità, occorrerà ricordare che le mutilazioni che questa riforma provoca sono molte e necessiterebbero di una serie di riforme, costituzionali e non, coerenti, solo per limitare i danni. Il quesito ufficiale del referendum Vediamo ora quale sarà esattamente il testo del quesito che verrà proposto agli elettori con il referendum consultativo del 29 marzo 2020. Originariamente previsto per il 29 marzo 2020, il referendum è stato rinviato al 20 e 21 settembre a seguito della pandemia di COVID-19 in Italia. 29 marzo: referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari. News. REFERENDUM COSTITUZIONALE - 29 marzo 2020 RÉFÉRENDUM CONSTITUTIONNEL - 29 mars 2020: Tous les référendums Votants Voix. Con questa riforma il Parlamento conterà sempre di meno, sarà per l’appunto una maggioranza di parlamentari, fortemente vincolati da chi deciderà della loro successiva elezione, a causa anche della disarticolazione sociale dei partiti, della loro neutralizzazione come fonti di legittimazione titolari delle funzioni di indirizzo politico, di controllo e di responsabilizzazione. Caro Presidente Spirlì, parlare bene della Calabria vuol dire raccontare anche il modello Riace, Informazione e Covid, Giulietti a Venezia: “In prima linea contro il virus dell’intolleranza e dei bavagli”, “No all’attribuzione ad al-Sisi della Legion d’Onore francese”. Dalla sede dell'associazione LEFT di Bitonto, il Comitato promotore per il NO al Referendum ha organizzato un evento con gli interventi dei professori Andrea Catone e Nicola Colaianni. SE NE PARLA POCO O NIENTE. Il nostro voto è una scelta o a favore della democrazia pluralistica costituzionale oppure a favore di un’involuzione personalistica e autocratica del sistema politico. Those opposed decried what they called the “early sexualization” of children. Gennaio 15, 2019. E che sanno? La nostra si qualifica come parlamentare (che vuol dire strutturata attorno ad un Parlamento che esercita il potere legislativo), ma non esclude, e anzi esplicitamente prevede anche forme di partecipazione diretta dei cittadini (l’iniziativa popolare delle leggi, il diritto di petizione, il referendum e così via).